Finiture della cucina: laccato, laminato e impiallacciato

cucina classica
Cucina classica in laminato bianco. Clicca qui per visualizzare la Galleria con altre realizzazioni.

La scelta della finitura della cucina è un decisione molto importante ed impegnativa quando si è intenti ad arredare la propria casa.

Gli architetti ed esperti arredatori di MKZ Arredo saranno ben disposti a guidarvi durante la scelta. Venite a trovarci per ricevere una consulenza diretta o contattateci per brevi informazioni e richieste di appuntamento.

Differenze, stili e resistenza

Nei tempi odierni abbiamo la possibilità di configurare in un’infinità di modi i mobili per la casa. Ma come sono caratterizzati i materiali più usati?

Laccato

Il laccato è solitamente un pannello di legno o di truciolare verniciato con una laccatura uniforme su entrambi i lati. La laccatura può essere sia opaca che lucida e, a seconda della qualità del pannello, può essere di diverso spessore.

Laminato

Il laminato è una finitura per mobili e piani da lavoro composta da uno strato di legno, truciolare o mdf, rivestito da una lamina di resina melaminica.

Pur essendo un materiale artificiale, permette di realizzare pannelli simil legno particolarmente fedeli. La sua natura sintetica, inoltre, gli permette di essere igienico, impermeabile e quindi lavabile facilmente.

Impiallacciato

L’impiallacciato è un rivestimento naturale in legno per mobili e cucine. E’ una tecnica molto antica e ancora usata al giorno d’oggi, preferibile all’utilizzo del legno massello per diverse applicazioni, in quanto più economico e meno soggetto ad imperfezioni.
Si tratta comunque di un rivestimento delicato e particolarmente sensibile all’umidità: a contatto per troppo tempo con l’acqua è probabile che sviluppi bolle e rigonfiamenti.

Pregi e difetti nell’ambito della cucina

Ricapitolando, ecco i principali pregi e difetti di queste finiture applicate all’ambiente della cucina:

PREGI:

  • Laccato: fornisce un’ottima luminosità alla stanza, soprattutto se lucido.
  • Laminato: Resistente all’usura e a pulizia con acqua; economico, non varia nel tempo.
  • Impiallacciato: vero legno, di grande impatto visivo, non essendo massello permette di contenere i costi.

DIFETTI:

  • Laccato: Tende a cambiare colore / ingiallirsi se esposto alla luce diretta del sole, possibilità di essere scheggiato irrimediabilmente.
  • Laminato: Non è vero legno, nei pannelli più economici si nota particolarmente.
  • Impiallacciato: Prestare molta attenzione durante la pulizia, con l’umidità rischia di fare bolle e scollarsi.

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Lascia un commento

Torna su